SINDROME ANSIOSA POST PARTUM: COME RICONOSCERLA

DI MARUSKA ALBERTAZZI

Notti passate a guardare il soffitto anche se il bambino dorme. Il cervello che non si ferma un attimo, il corpo e la mente che corrono dappertutto. La paura che qualcosa di terribile possa accadere al tuo cucciolo, a te stessa, alla tua famiglia. Si chiama Sindrome Ansiosa Post Parto ed è molto più frequente della depressione vera e propria. Eppure in pochi la conoscono e in pochissimi ne parlano.
E’ insidiosa, molto più insidiosa della sua parente prossima, perché se la depressione è difficile da nascondere, se ti obbliga a letto per giorni, se ti toglie la voglia di mangiare e di sorridere, l’ansia non è così.
Con l’ansia funzioni, anzi, a volte funzioni pure meglio. Ma vivi male. Molto male.
Uno dei primi sintomi è proprio l’insonnia. Saranno i ritmi cicardiani sballati dalle nottate insonni, pensi. Il fatto è che, se prima ti capitava di crollare a qualsiasi ora, adesso non riesci quasi più a dormire. Un po’ troppo. Sei sempre all’erta, riposi poco e male e i tuoi sonni sono pieni di incubi.
A volte arrivano gli attacchi di panico ma, molto più spesso, si rimane lì, in quel limbo fatto di occhiaie e dolore al petto, di battiti accelerati e angoscia. E non si chiede aiuto. Non si chiamano le amiche, anzi, si evitano. Non si cerca aiuto da un terapeuta perché tutto sommato magari è normale, magari passerà da sé. Ma il più delle volte non passa e, se passa, ci vogliono mesi. Ecco perché è importante chiedere aiuto. Ecco perché è importante curarsi. E ci si può curare. Ci si può curare anche se si allatta. Esistono terapie farmacologiche compatibili con l’allattamento che permettono a una mamma di stare meglio in tempi relativamente brevi, senza mettere a rischio la salute del bambino. E’ importante che le mamme sappiano che non sono sole, che non sono pazze, e che c’è sempre una soluzione.
Per avere conferma della sicurezza dei farmaci assunti in allattamento, si può chiamare il Centro Anti Veleni di Bergamo, specializzato proprio in gravidanza e allattamento.