I VALORI DELL’ARMA CHE LE MELE BACATE NON POSSONO DISTRUGGERE

DI RITA DALLA CHIESA

Cara Marida e cara Rita
Mi fa molto piacere leggere queste parole da donne intelligenti e illuminate quali siete.
Come presidente della sezione provinciale dell’associazione donne medico
Stiamo lavorando su molti fronti sulla violenza di genere
E in questa sede che vorrei sottolineare la figura di un capitano dei carabinieri che giornalmente si prende carico di donne abusate e maltrattate dando il suo numero di telefono a cui risponde giorno e notte
Questa è una piccola grande cosa che abbraccia il lavoro che stiamo facendo con incontri convegni e manifestazioni
A volte penso che la strada è ancora lunga
Ma guarderemo in faccia i figli dei nostri figli come diceva il Generale
Un abbraccio“.

Grazie, signora VIVIANA ZANOBONI. Questo, e’ uno dei tanti messaggi che hanno portato un po’ di luce nel fango che e’ stato buttato in questi giorni sull’Arma dei Carabinieri. A fronte di chi ha violentato la fiducia che il cittadino ha sempre avuto nei confronti della divisa e delle istituzioni, a fronte del vergognoso abuso sessuale subito dalle due ragazze americane, ci sono pero’ oltre 100.000 Carabinieri che vigilano giorno e notte per proteggere anche chi, oggi, sputa veleno su di loro. Ci sono ideali e valori che non si possono condividere, se vivi una falsa vita. Se l’unico interesse che hai sono le feste, il gossip, i ristoranti, gli alberghi a sei stelle, il continuo livore “dentro” per uno status che non riesci ad avere, (o per quello che hai e non accetti), e l’arroganza e la mancanza di democrazia contro chi non la pensa come te. Se non sai cosa sia il sacrificio per comprare ai tuoi figli i libri scolastici. O per non farli sentire degli alieni in una società’ dove quasi tutto si rapporta all’apparire. Se non capisci che cantare l’Inno sotto il tricolore ti riporta chi, quest’Italia, l’ha difesa con il cuore e con la vita. Per fortuna, la stragrande maggioranza delle persone, in questi giorni, ha capito che su un albero sano possono nascere frutti bacati. Che quei frutti devono essere, come e’ gia’ stato fatto subito, strappati dal ramo e buttati via. E che difendere e continuare a dare fiducia all’Arma dei Carabinieri, senza odiose generalizzazioni, debba essere un nostro dovere. Come e’ loro dovere mantenere “pulita” la divisa che indossano. E queste sono riflessioni che sto facendo con voi non perche’ sia profondamente legata all’Arma, ma solo perche’ mi e’ stato insegnato ad essere una cittadina consapevole.