TRUMP: IVANA AMBASCIATRICE IN REPUBBLICA CECA. MA LEI RIFIUTA

DI CECILIA CHIAVISTELLI

Era il 13 novembre quando la pantera newyorkese, all’indomani della vittoria dell’ex marito Donald Trump, diventato il quarantacinquesimo presidente degli Stati Uniti, chiese di diventare il nuovo ambasciatore statunitense nella Repubblica Ceca. Ivana Zelníčková avrebbe il vantaggio delle sue origini ceche e conosce bene la lingua, in più è un personaggio pubblico molto conosciuto nella Repubblica Ceca.

Ora Trump, a distanza di quasi un anno, ha proposto all’ex moglie di accettare il ruolo di ambasciatrice americana a Praga. Ma lei ha rinunciato, preferendo mantenere il suo stile di vita tra comfort e jet-set. L’ha annunciato l’ex modella Ivana al New York Post durante una sfilata dello stilista Dennis Basso.

La libertà è più importante di un impegno autorevole. “Voglio fare quello che voglio, andare dove voglio e con chi. Non ho bisogno di prestigio – ha dichiarato Ivana – è un sacco di lavoro, quindi ho detto no”.
Il rifiuto ha sconvolto il presidente ceco Miloš Zeman che ha avuto parole dure verso Ivana che ha preferito evitare le responsabilità derivate dal servire il proprio paese.

Prima di diventare la moglie del magnate Donald Trump, Ivana Marie Zelníčková, nata a Zlin, in Moravia, nel 1949, e raggiungere la notorietà internazionale, era stata un’atleta e aveva fatto la modella. Aveva avuto un precedente matrimonio nell’allora Cecoslovacchia, prima di espatriare in Canada. Ha sposato Trump nel 1977 entrando così nel mondo patinato degli eventi mondani, dei banchetti, delle occasioni esclusive, che Ivana adora, diventando in poco tempo la regina dell’alta società.
Dopo la fine di un matrimonio durato quindici anni da cui sono nati due figli, Donald Jr, Ivanka e Eric Fredrick, la brillante signora Trump ha potuto continuare la sua vita nei salotti mondani di tutto il mondo grazie ad un divorzio miliardario, con 20 milioni di dollari, i gioielli, 350.000 dollari l’anno, più diversi immobili nei luoghi più belli dell’America.

Nonostante le battaglie legali per l’uso del cognome e il divorzio, Ivana ha sempre mantenuto buoni rapporti con l’attuale presidente americano, anche nelle elezioni ha votato per l’ex marito.
Donika è l’uomo più buono del mondo”, ha detto Ivana aggiungendo che Donald non beve alcol o caffè, e per la celebrazione della vittoria elettorale era completamente sobrio.