RYANAIR TAGLIA 18MILA VOLI

DI SIMONA CIPRIANI

 

Nuove cancellazioni di voli in arrivo per Ryanair.
L’ha annunciato l’azienda in un comunicato in cui viene ufficializzata la soppressione di ben 18mila voli e 34 rotte tra novembre e marzo 2018.
Il provvedimento, che prevede lo stop di 25 aeromobili sugli oltre 400 in forza alla compagnia, creerà disagi a più di 400mila passeggeri che, secondo quanto dichiarato da Ryanair, saranno rimborsati dell’intero costo del biglietto ed hanno già ricevuto un voucher omaggio di 40 euro, 80 con il ritorno, per un volo da prenotare entro marzo 2018.
I tagli andrebbero ad aggiungersi agli oltre 2mila voli per cui era stata annunciata la soppressione entro il 28 ottobre e rientrerebbero in un piano di rallentamento della crescita dell’azienda che si prevede, si attesterà, da novembre a marzo 2018, dal 9% al 4%, con una diminuzione dei passeggeri da 131milioni a 129milioni di unità, che comunque rappresentano un tasso di crescita del 7%.
Il costo dell’operazione di tagli che si concluderà a fine ottobre costerà a Ryanair circa 25milioni di euro che non dovrebbero incidere sulle previsioni per l’anno che saranno presentate con gli aggiornamenti sui dati, durante la presentazione annuale agli azionisti che è prevista per il 31 ottobre.
La soppressione delle tratte annunciata, interesserà anche 11 scali italiani in cui saranno annullati alcuni voli in partenza dagli aeroporti di Palermo, Venezia, Trapani e Pisa.
La compagnia low cost irlandese ha inoltre comunicato in una nota, che non presenterà più alcuna offerta per Alitalia ritirandosi dalla gara per l’acquisizione della nostra compagnia di bandiera al fine di concentrare ogni attenzione per il management della propria azienda.
Per quanto riguarda la fuoriuscita di piloti dalla compagnia, un centinaio di comandanti e 160 primi ufficiali solo quest’anno in direzione di altre aerolinee, Ryanair ha annunciato l’assunzione di 650 nuovi piloti entro marzo 2018.

Il ministro per i Rapporti con il Parlamento Anna Finocchiaro, rispondendo a una interrogazione parlamentare sulla vicenda Ryanair, ha dichiarato che l’Enac sta monitorando le attività del vettore e avvierà le procedure di sanzionamento se sarà riscontrata la violazione delle norme a tutela del passeggero.