FILIPPO VI, RE DI SPAGNA, E’ UN OMETTO POMPOSO E INADEGUATO

DI SERGIO DI CORI MODIGLIANI

Filippo VI, re di Spagna, è un ometto pomposo e inadeguato.

Convinto di essere come il suo celeberrimo antenato, Filippo II, la cui famosa frase è custodita in tutti i libri di Storia d’Europa (“Sono l’unica persona al mondo che possa dire con orgoglio: nel mio impero non tramonta mail il sole”) invece di fare un discorso aperto, dimostrando di essere forte e autorevole e quindi in grado di poter sostenere l’unità della nazione aprendo un tavolo di concertazione, confronto e dibattito con i catalani, ha scelto di flettere i muscoli insultando i suoi sudditi, seguendo la strada di Kim e Trump.
Una moda che assomiglia sempre di più a una manìa.
Sostenere la posizione del governo centrale madridista diventa sempre più impossibile.
Essendo i catalani una etnia poco dedita -per caratterialità, storia e tradizione- al compromesso e alla deferenza servile, c’è poco da stare allegri.
Madrid vuole lo scontro.
E’ lecita la grave preoccupazione di tutti gli europei pensanti.
I Borboni non si smentiscono mai.

Risultati immagini per FILIPPO VI, RE DI SPAGNA, IN CATALOGNA