LE MOLTE MALATTIE CHE I VACCINI RIESCONO A PREVENIRE

DI GERARDO D’AMICO

Nessun vaccino, ma si sono informati accuratamente sugli effetti collaterali. Da chi, sarebbe istruttivo saperlo. Perché quelli registrati, di effetti collaterali, sono bolle o linee di febbre che passano in qualche ora, mentre il tetano, o il morbillo, o la varicella, o la rosolia, o la pertosse eccetera eccetera fino alla difterite ed alla poliomielite possono avere strascichi devastanti e permanenti, e questo sì che è certificato. 4 bare di altrettanti italiani (3 bambini) sono gli effetti collaterali del morbillo, per fare un esempio concreto e pure quello, purtroppo, certificato.

Si sono informati tanto bene, questi genitori per carità non chiamateli novax che già hanno preso due avvocati, hanno approfondito così scientificamente gli effetti dei vaccini da scordarsi di studiare, per qualche decennio come fanno i medici veri, anche la trasmissione delle malattie che i vaccini eliminano: il batterio del tetano è UBIQUITARIO, non serve ferirsi con un oggetto, magari come vuole la tradizione arrugginito, per infettarsi. Le spore sopravvivono nel terreno per anni, e possono arrivare ad una qualunque lesione nel corpo per semplice contatto con abrasioni, siringhe infette, morso di animali. E l’acqua ossigenata non serve a eliminare il rischio molto concreto di infettarsi.

Per questo è essenziale vaccinarsi: quella bambina in terapia intensiva ha un fratello, anche lui figlio di questi genitori molto informati. Anche lui non vaccinato.

Magari le analisi in corso determineranno che la bambina non è affetta da tetano, che un’altra malattia l’ha portata in quella rianimazione: ma per il resto della sua vita, solo un vaccino sarà in grado di proteggerla da un incontro che potrebbe costarle la vita.

E lo Stato, quando si trova di fronte a questi genitori, dovrebbe difendere i propri cittadini che sono minori ma non proprietà personale di chi li ha messi al mondo, che su di loro non può arrogarsi nessun diritto di vita e di morte.

E sottrarli alle vaccinazioni, esponendoli a malattie spesso mortali, equivale a mettere a rischio scientemente la loro vita.

Risultati immagini per LE MOLTE MALATTIE CHE I VACCINI RIESCONO A PREVENIRE