VICENDA WEINSTEIN E COMMENTI

DI FABIO VENDITTI

il produttore che stupra le attrici – fanno emergere svariate bestialità umane contemporanee. Prima di condannare qualunque donna, famosa o meno che sia, ogni uomo (o donna fustigatrice di costumi) dovrebbe ragionare su un fatto drammaticamente semplice: il ricatto sessuale esiste in forme violentissime e non soltanto dove si creano carriere ricche e visibili. Esiste anche dove non ci sono salti professionali, magari per conservare un lavoro pagato pochissimo e precario. Oggi la stronza è Asia Argento. Quindi anche le sconosciute commesse, ragazze che per pagarsi gli studi fanno le pulizie o le cameriere, oppure cercano una strada in uno studio professionale o in una redazione giornalistica: tutte stronze e troie. C’è un’espressione che proprio non sopporto: “Gliela devo dare”. Rappresenta esattamente questa pericolosissima accezione: il sesso è prevaricazione dell’uomo sulla donna. È insopportabile. Il sesso è una meravigliosa forma di scambio e comunicazione, è gioia e vita, è lo stupendo gioco degli adulti. Farlo continuare a sentire come forma di potere e di sottomissione è un’offesa inaccettabile e un insulto alla bellezza di ciò che la natura ha donato a donne e uomini. E noi maschi dobbiamo avere a mente sempre una cosa: non valiamo un capello di una donna.