LE RISPOSTE DELLA SINISTRA ALLE PAURE EVOCATE DALLA DESTRA

DI ENRICO ROSSI

In un mondo pieno di incertezze, minacce e contraddizioni, che la crisi ha reso evidenti, persino nei paesi più ricchi, come l’Austria, le paure immaginarie evocate dalla destra estrema e xenofoba possono avere presa sull’elettorato.
Io penso, in sintesi, che la sinistra può rispondere in tre modi:
– 1 tutelando gli interessi dei ceti popolari sia in termini di diritti del lavoro, contro lo sfruttamento e la precarietà, per salari adeguati e per la piena occupazione, sia di rilancio dello stato sociale, sanità, scuola, pensioni, mobilità pubblica, sicurezza del territorio;
– 2 contribuendo a costruire un ordine mondiale diverso, basato su un nuovo modello di sviluppo, che metta regole allo strapotere delle multinazionali e al dominio del profitto a tutti i costi, imponendo standard ambientali, sociali e fiscali, (papa Francesco ne parla ogni giorno, cosa aspetta la sinistra a farlo in termini di critica al capitalismo e di proposte politiche?);
– 3 impegnandosi a costruire un’Europa unita e socialista, capace di creare più benessere per i lavoratori, di contare a livello internazionale e far valere i propri ideali di democrazia, di rispetto dell’individuo e dei diritti umani.
Corollario di questo è che la sinistra smetta di inseguire la destra, illudendosi di lavorare per il meno peggio, e decida di governare, quando è possibile, realizzando programmi che vanno effettivamente nella direzione sopra indicata.
Non sarà facile, ma se non si capisce che viviamo un punto di svolta nella storia del nostro Paese e dell’Europa e che alla sinistra è richiesta una visione del mondo nuova e diversa da quella neoliberista, le sconfitte sono destinate a ripetersi e sempre più prenderanno forma i fantasmi del razzismo, dell’intolleranza e della chiusura nazionalista.

Risultati immagini per LE RISPOSTE DELLA SINISTRA ALLE PAURE EVOCATE DALLA DESTRA