BALCANI, ELEZIONI IN MACEDONIA E LE MEMORIE JUGOSLAVE DI TITO

 DI ENNIO REMONDINO


Il partito socialdemocratico al governo vince il primo turno le amministrative in Macedonia aggiudicandosi senza ballottaggio il sindaco della capitale Skopje.

Quante vie e piazze sono ancora dedicate al Maresciallo Jozip Broz Tito, negli stati nati dalla disgregazione jugoslava? Su piazza e strade dedicate al leader jugoslavo, liberatore dal nazismo per molti, despota comunista per altri, si litiga e ci si divide ancora oggi. Un interessante studio dell’Osservatorio sui Balcani e Caucaso.

L’ultimo giorno d’agosto il consiglio comunale di Zagabria ha cancellato il croato Maresciallo Tito, simbolo della Jugoslavia socialista, dalle sue strade. E piazza Maresciallo Tito è diventata piazza della Repubblica croata. Solo uno dei numerosi esempi, scrive Marco Abram su Osservatorio Balcani, di attenzioni e tensioni che ancora oggi si muovono attorno alla figura e alla memoria del leader jugoslavo. Una mappatura delle vie oggi dedicate al leader jugoslavo elaborata da Giorgio Comai dello stesso Osservatorio.

CONTINUA SU REMOCONTRO:
https://www.remocontro.it/…/quanto-tito-nella-ex-jugoslavia/

L'immagine può contenere: 12 persone, persone che sorridono, folla e spazio all'aperto