IUS SOLI, UN PRIMO SUCCESSO MA NON BASTA

DI LUIGI MANCONI

La nostra campagna “Non è mai troppo tardi” a sostegno dell’approvazione della legge per lo Ius soli ha conseguito un primo successo. Un provvedimento considerato per opinione unanime “definitivamente archiviato” è tornato al centro della discussione pubblica. Ed è possibile che arrivi nell’Aula del Senato nella seconda metà del mese di novembre. Ciò si deve in primo luogo agli studenti e agli insegnanti di tutte le scuole “colorate” d’Italia, a quei docenti che – oltre 900 – hanno fatto lo sciopero della fame il 3 ottobre e a quanti, accogliendo quell’indicazione, hanno digiunato nelle due successive settimane. É nostra intenzione, di conseguenza, continuare la staffetta fino al 30 ottobre prossimo, per poi riprendere con maggiore energia e con la massima articolazione delle iniziative, a partire dal 15 novembre e fino a quando la legge sarà approvata. Intanto le adesioni al digiuno sono vicine a 1500 e 103 persone sono in sciopero della fame oggi. Tra queste: il musicista Paolo Fresu e lo scrittore Maurizio Maggiani, i parlamentari Vannino Chiti, Marco Filippi, Marialuisa Gnecchi, Silvio Lai, Giovanna Martelli, Donella Mattesini; l’europarlamentare Maltese Curzio; l’ex assessore della giunta di Roma Francesca Danese; e ancora: gli appartenenti all’associazione Impegno Missionario Casavatore e Napoli Giovani.

Risultati immagini per IUS SOLI, UN PRIMO SUCCESSO MA NON BASTA