GIAPPONE. VIOLENZA SULLE DONNE, PROBLEMA DRAMMATICO

DI  PIO D’EMILIA

Nonostante l’apparente “apertura” della società nei confronti del sesso, il problema della violenza nei confronti delle donne in Giappone è drammatico. Una donna su tre dichiara di aver subito molestie in casa o in ufficio, e solo il 5% delle violenze viene denunciata. Shiori Ito, giovane giornalista, aveva avuto il coraggio di farlo. Denunciando un collega famoso della TBS che dopo averla inviata a cena per discutere di lavoro ha approfittato del fatto che avesse bevuto troppo e l’aveva portata in una albergo approfittando di lei.
Ma di coraggio ne ha avuto molto meno un procuratore, che dopo avere deciso, sulla base delle indagini di polizia, di far arrestare il sospetto stupratore ha fatto marcia indietro in seguito ad una telefonata. Da parte di un segretario del Capo di Gabinetto del premier Abe. Il sospetto strupratore, infatti, è un giornalista famoso, amico personale del premier, autore di un paio di saggi su di lui. Il caso è stato praticamente ignorato dalla stampa locale, fino a quando al Circolo della Stampa Estera abbiamo deciso di ospitare la collega, che nel frattempo ha scritto un libro sulla vicenda, “Black Box”.