LO IUS SOLI È IL RICONOSCIMENTO DI UN DIRITTO AD UNA MINORANZA

DI VANNI CAPOCCIA

Parlando ad una conferenza del Pd il ministro degli Interni Minniti ha chiesto al suo partito di prendere l’impegno di far approvare lo Ius soli che, secondo lui, “non è una legge sull’immigrazione ma sull’integrazione, due cose radicalmente diverse”. A me pare che questa legge sacrosanta non sia nemmeno un problema d’integrazione. I giovani che, qualora venisse approvato, potranno usufruire dello Ius soli nella stragrande maggioranza sono perfettamente integrati: parlano la nostra lingua, i nostri dialetti, frequentano i nostri asili, le nostre scuole, hanno amici nati in Italia. La legge sullo Ius soli non riguarda né l’immigrazione né l’integrazione. È il riconoscimento ad una minoranza di un diritto: quello di identificare legalmente come italiani ragazze e ragazzi, giovani donne e giovani uomini che italiani già lo sono.

Risultati immagini per LO IUS SOLI È IL RICONOSCIMENTO DI UN DIRITTO AD UNA MINORANZA