INCENDI: EMERGENZA IN PIEMONTE, NOTTE DI LAVORO PER I SOCCORRITORI

DI ANNA LISA MINUTILLO

 

 

Attività fremente ed incessante quella che le squadre antincendio hanno svolto durante tutta la notte  impiegando circa 250 persone.

Attività che stanno richiedendo un grande impegno e che proseguono ormai dal 10 di Ottobre scorso.

Da questa data  le squadre antincendio regionali e dei vigili del fuoco hanno dovuto affrontare più di 300 incendi, più o meno importanti, con l’impiego di circa 300 volontari per turno. Solo ieri sono stati gestiti 39 incendi con 602 volontari coadiuvati dai Vigili del Fuoco.

 Da questa mattina ci sono anche dieci soldati dell’ Esercito nel Canavese, per combattere gli incendi boschivi  che sono ancora in corso in valle Orco, tra Locana e Sparone. I militari daranno supporto logistico alle squadre impegnate a fronteggiare i roghi che si sono avvicinati in modo pericoloso all’area protetta del Parco nazionale del Gran Paradiso. A Sparone oggi le scuole  resteranno chiuse.

Le operazioni di spegnimento degli incendi che da giorni stanno devastando la Valle di Susa proseguono. Il vento da questa mattina è calato , dando la possibilità a due Canadair di operare sulla zona.  Sopra Mompantero il rogo sembra essere spento, così come sopra le borgate San Francesco e Berno di Venaus. 600 persone sono state evacuate nella serata di ieri  ed  hanno trascorso la notte nelle strutture messe a disposizione dal Comune, tra questi anche 200 ospiti di una casa di riposo. Nelle  prossime ore l’ordinanza di evacuazione potrebbe essere ritirata e consentire il rientro  nelle loro abitazioni.  Oltre al problema degli incendi In Valle di Susa, questa notte, un paio di equipaggi della guardia di finanzia sono stati impiegati nella zona di Mompantero per attività antisciacallaggio, mentre le squadre del soccorso alpino sono impiegate per sgomberare le macerie e le liberare principali arterie  al fine di consentire una corretta viabilità. Continua a bruciare, invece, il Pinerolese. In val Chisone le fiamme persistono nel territorio di Roure, nel vallone di Bourcet, e tra i boschi sopra Tavernette nel comune di Cumiana. I vigili del fuoco e Aib sono in azione nei boschi vicini a Casa Canada, dove intorno al rifugio del Cai ė stato creato un cordone bonificato.

 Anche in Lombardia le  scuole sono rimaste  chiuse in paese nel Varesotto per precauzione . Luvinate è un paese  situato a ridosso del Parco regionale Campo dei Fiori, dove proseguono gli interventi per spegnere l’incendio che sta devastando l’area verde. Il lavoro dei  I vigili del fuoco  anche qui è proseguito per tutta la notte al fine di impedire alle fiamme di raggiungere sia l’Osservatorio Astronomico che altri edifici. Le  Operazioni sono state  rese difficili dal vento, ma  stamani hanno potuto riprendere a volare i Canadair che stanno scaricando acqua sulle aree interessate dal rogo.

 Nella giornata di ieri è stato fermato un piromane di  15anni  dai carabinieri nel biellese. Il giovane stava innescando un incendio  in frazione Prera, a Sordevolo. Denunciato al Tribunale dei Minori, al momento del fermo avrebbe addotto come giustificazione il fatto che l’appiccare il fuoco aveva il solo scopo di poter osservare i vigili del fuoco in azione.

 Continua a bruciare il Pinerolese. In val Chisone le fiamme divampano nel territorio di Roure, nel vallone di Bourcet, e tra i boschi sopra Tavernette nel comune di Cumiana.