LA NUOVA MANOVRA FINAZIARIA? TUTTA PRO NORD

DI RAFFAELE VESCERA

La nuova manovra finanziaria del governo ci informa che nascerà a Bologna il centro nazionale per le previsioni meteo. Dove se non nella grassa e ricca città delle torri degli asinelli da cui le cinquanta sfumature di grigio del cielo si potranno osservare meglio? Prima il Nord, anche se la materia della meteorologia è nata a Napoli prima che altrove, ma portare lavoro al Sud è un’eresia utilizzabile solo per le promesse elettorali.
Di più, nella manovra sono previsti benefici per centinaia di milioni di euro per le aziende che faranno innovazione tecnologica. Indovinate dove tali aziende esistono più che altrove. Con quei soldi creare nuove modernissime aziende al alto tasso tecnologico, magari al Sud dove manca di tutto no?
Ancora nella nuova manovra: “detrazioni per i pendolari. Le spese per tram, bus, metro e treni regionali si potranno scaricare fino a 250 euro.” Ottima cosa che ovviamente porterà benefici anche al Sud, ma più di tutto al Nord dove il tasso di occupazione, doppio rispetto al Sud, comporta molti più pendolari per lavoro. Si tratta di un massimo di 47,50 euro a persona che, moltiplicati per alcuni milioni di pendolari, fanno un bel po’ di milioni, probabilmente un centinaio, forse meglio utilizzabili per creare posti di lavoro e mezzi di trasporto dove mancano di più. Indovinate dove. Oltretutto, considerata la carenza di dotazione di rete ferroviaria e la scarsità dei mezzi di trasporto, i pendolari meridionali. più che altrove, saranno obbligati a viaggiare con un mezzo proprio  e non potranno dimostrare alcuna ricevuta di spesa per abbonamento di viaggio. Di seguito il link di Repubblica sul testo della manovra.

http://www.repubblica.it/economia/2017/10/30/news/manovra_c_e_lo-179745539/?ref=RHPPLF-BH-I0-C8-P1-S1.8-T1