DI MAIO CANCELLA CONFRONTO TV CON RENZI: “NON E’ PIU’ IL NOSTRO COMPETITOR”

DI CHIARA FARIGU

Lo aveva sfidato via twitter qualche giorno fa. E Renzi aveva cinguettato il suo SI’, accettando il confronto tv. Vespa e La7 si fregarono le mani pensando di accaparrarsi lo scoop per l’incontro-scontro dell’anno. Ebbe la meglio Floris e il suo DiMartedi con grande delusione di Vespa che, messo all’angolo, ha dovuto chiudere il salotto bianco in attesa di altri eventi.

Poco fa la retromarcia di Di Maio. Il voto siciliano, allo spoglio dalle 8 di stamattina, ha scompaginato nuovamente le carte. Un vero terremoto. Anche se in gran parte già annunciato. Stando alle proiezioni, infatti, il PD arranca paurosamente, non supera neppure l’11% delle preferenze mentre vola il Centrodestra seguito a ruota da Cancelleri, il candidato pentastellato. Una leardeship fortemente indebolita quella dell’ex presidente del Consiglio. Al punto che molti esponenti del PD, nelle varie interviste rilasciate a caldo dopo la débâcle siciliana dubitano che il Segretario possa essere il candidato a futuro premier nelle elezioni politiche prossime. “Il nostro competitor non è più Renzi o il PD”, ha dichiarato Di Maio motivando la cancellazione dell’incontro di domani sera. “Mi confronterò con la persona che sarà indicata come candidato premier da quel partito o quella coalizione», ha continuato Di Maio.

E se Renzi si lecca le ferite per una cocente sconfitta, Di Maio non riesce a nascondere la sua soddisfazione. La Sicilia ha risposto più che bene (anche se non benissimo) considerato che loro, come in tutte le elezioni che si sono succedute, hanno corso da soli, senza alleanze tenendo testa alla grande “accozzaglia” del Centrodestra. “Noi da soli siamo ben oltre il 30%, Siamo la prima forza politica del Paese”, ha commentato raggiante.
E gli elettori sembrano aver premiato il M5S anche ad Ostia che si avvia a confermarsi la prima forza politica. In virtù di questi successi, che senso avrebbe avuto un incontro con un premier ormai delegittimato dai cittadini?

“Avevo preso l’impegno con Giovanni Floris di partecipare a questa trasmissione. Io ci sarò lo stesso. Di Maio preferisce scappare, faremo senza di lui” ha commentato nel suo profilo FB il Segretario PD.
Il botta e risposta continua sempre via social anche tra i seguaci dei due schieramenti politici.
Ma ieri a parlare sono stati loro, gli elettori. Chi col voto e chi, ancor di più, con l’astensione a dimostrazione di quanto le chiacchiere dei politici stiano a zero.

L'immagine può contenere: 2 persone