PRIME IMPRESSIONI SUL VOTO DI OSTIA, UN PEZZO DI ROMA

DI GIANFRANCO ISETTA

 

Più della metà degli elettori non è andata a votare. Ad Ostia, di cui si dispone dei risultati definitivi, Il PD crolla vertiginosamente e il centro destra unito conferma i suoi suffragi. Grave il risultato di Casapound, figlio di una campagna razzista e xenofoba non solo italiana.

La cosa interessante è che sembra esserci una impressionante coincidenza tra il calo di votanti, circa – 13% rispetto alle comunali dell’anno scorso, e il calo dei 5stelle nello stesso confronto.
Ergo, malgrado alcuni limiti mostrati nel governo di Roma ma soprattutto gli attacchi concentrici da parte della grande stampa e TV, una parte degli elettori 5stelle non si è fatta convincere a cambiare casacca verso i renziani o il centro destra.
Mi sembra invece sia rimasta nel parcheggio del non voto contribuendo ad ingrossare le file di questa parte della popolazione che non vota più.
Io non penso ci sia disillusione in questo 13%, forse solo sconcerto e qualche perplessità. Starà a loro, i 5stelle, cercare di riconquistare quel consenso e magari allargarlo per le prossime elezioni politiche controbattendo con la necessaria efficacia mediatica ma soprattutto con alcuni risultati importanti nell’amministrazione delle grandi città, a partire da Roma.

Risultati immagini per PRIME IMPRESSIONI SUL VOTO DI OSTIA, UN PEZZO DI ROMA