ALGANEWS POESIE: IL BENE DELLA ROSA

DI GIANFRANCO ISETTA

Il bene della rosa
è sua coscienza d’esserci.
Estranea di radici
possenti e di barbigli
che sfiorino le dita.

Petali attenti al tatto
non lascian voci al cielo
che chiede arcobaleni
sulle gocce inghiottite.

Profumi d’orizzonte
sottili da giocare
sfidando il calpestio
smarrito delle foglie.

Nello schiudersi lento
in varie traiettorie
disegna l’apertura
qualche piccola crepa.

All’apparenza chiusa
include il suo futuro.