GAMBIZZATI IN PIZZERIA AD OSTIA

DI: MARINA POMANTE

 

Ancora una volta, Ostia torna a far parlare di sé, stavolta per un brutto fatto di cronaca.
Nella serata di ieri, 23 novembre, in un ristorante pizzeria, un noto locale in una via principale di Ostia, poco prima delle 22,00 ha fatto irruzione un uomo armato col volto coperto dal casco integrale ed ha esploso 4 colpi di pistola, contro il padre della proprietaria del locale, A.B. un italiano di 50 anni, che è rimasto ferito al polpaccio e contro il pizzaiolo, A.F. un 41enne che invece, è rimasto ferito alla gamba e ad un gluteo. L’uomo poi, si è dileguato rapidamente, fuggendo su uno scooter, guidato da un complice.
I due, rimasti feriti nell’attentato, sono stati portati al “Giovan Battista Grassi”, l’ospedale di Ostia. Le loro condizioni sono giudicate gravi, ma entrambi, non sono in pericolo di vita.

Subito dopo il fatto, sarebbe nato un inseguimento della polizia e in via Melanesia, la strada parallela, sarebbero stati sparati alcuni colpi di arma da fuoco.
Sono naturalnente in corso le indagini ed i rilievi della Polizia, secondo le prime ipotesi degli inquirenti, i due malviventi, potrebbero essere scappati verso la zona di Ostia Nuova o aver fatto perdere le tracce nella pineta Acque Rosse, vicina al luogo dell’agguato che è all’incrocio con via delle Baleniere, una strada illuminata e ricca di attività commerciali, in questa zona, va però detto che, risiedono molti personaggi dai cognomi noti alle Forze dell’ordine.

Il ristorante, aveva da poco aperto la nuova sede, trasferita da un’altra zona, sempre di Ostia, già famosi ed apprezzati per la qualità della pizza e la cortesia del personale, è un locale ben frequentato da famiglie e da giovani, quindi apparentemente la pizzeria non parrebbe destare antipatie particolari.
L’azione è stata compiuta, senza preoccuparsi delle persone, che evidentemente, erano in strada o addirittura all’interno del locale, un metodo mafioso, già collaudato in altre realtà d’Italia.