ADESSO DEVI ESSERE UNA IENA MA SOLO PER TE

DI RENATA BUONAIUTO

Nadia Toffa, inviata delle “Iene”, ha avuto un malore mentre si trovava a Trieste, nella hall dell’hotel Victoria.

Sembra che proprio un impegno di lavoro l’abbia spinta in Friuli, probabilmente per il convegno nazionale di Fratelli d’Italia. I soccorsi sono stati immediati e Nadia e’ stata trasportata presso l’ ospedale Cattinara, le sue condizioni però sono apparse subito molto gravi, il bollettino medico parla di patologia cerebrale non meglio definita, la prognosi è riservata.
In queste ore si sta organizzando il suo trasferimento presso il San Raffaele di Milano con elisoccorso ma le forti raffiche di vento ed il sopraggiungere della notte rende difficile l’ operazione.
Sono centinaia i messaggi di solidarietà, affetto e preghiera che stanno affluendo dalla rete, primo fra tutti quello dei suoi compagni di viaggio “Le Iene” che dalla pagina Facebook scrivono:
“La nostra Nadia non è stata bene. Ci stiamo tutti prendendo cura di lei. Vi terremo informati”.

Maria De Filippi invece interviene durante il suo programma “Tu Si Que Vales”, così: “Posso dire una cosa? Voglio fare un in bocca al lupo da parte di tutti noi a Nadia Toffa che non è stata bene”

Ma non manca nemmeno chi senza scrupolo e senza umanità su Wikipedia ha parlato di morte della giovane cronista. Pochi minuti dopo la pagina e’ stata corretta ma intanto la notizia si era già diffusa, scatenando rabbia e smarrimento, in quanti con sincero affetto la stavano seguendo.

Nadia ha solo 38 anni ed una vita tutta da vivere, mai come in questo momento deve essere una “Iena” e combattere per lei e per quanti aspettano di rivedere presto il suo sorriso e le sue impareggiabili “incursioni”.