YEMEN, GUERRA PER PROCURA SENZA DIRITTO ALLA PIETA’

DI ENNIO REMONDINO

La «proxy war» dello Yemen, guerra remota e in conto terzi. Milioni di persone intrappolate sul fondo della Penisola Arabica tra il mare, le montagne e il deserto. Difficile fuggire. Dallo Yemen non partono flussi di rifugiati in direzione Europa. Non attentano al nostro quieto vivere. Non colpiscono i nostri occhi muovendosi su disumani, fotogenici barconi come i profughi siriani scappati da una guerra sicuramente di maggiori proporzioni.

«Mosca è seriamente preoccupata per lo sviluppo degli eventi, c’è il grande rischio che lo Yemen scivoli in un caos militare e politico accompagnato da una catastrofe umanitaria senza precedenti», dichiara il Cremlino, non facile agli allarmismi. CONTINUA SU REMOCONTRO:

Yemen, guerra per procura senza diritto alla pietà