MALTEMPO, DISAGI AL NORD PER LA NEVE. ALLERTA ROSSA IN LIGURIA E TOSCANA

DI ANNA LISA MINUTILLO

La tanto attesa neve che fa ancor più Natale è arrivata a ricoprire il suolo dell’Italia.
Unica controindicazione che va oltre l’immagine poetica delle città imbiancate sono i disagi che questa comporta e che poco siamo abituati a gestire.
Ma vediamo come si presenta la situazione nel nostro paese oggi:
Milano dal tardo pomeriggio di ieri si è imbiancata con i primi fiocchi di neve dell’anno.
Il gelo dovuto alle basse temperature distribuitosi sui binari
ha bloccato un treno tra Milano e Nizza sui Giovi alla stazione di Piano Orizzontale (Genova).
Nevicate abbondanti si sono avute anche sul Piemonte causando qualche disagio per la circolazione ferroviaria. Allerta rossa invece in Liguria e alta Toscana, dove molte scuole sono rimaste chiuse.
In Liguria
una forte mareggiata sta interessando tutta la costa ligure a causa dei venti che si rafforzeranno sulle due estremità delle regione a partire da tardo pomeriggio di oggi. Al momento a Genova la portata massima delle onde è di 5,5 metri, ma è destinata ad aumentare nel corso della giornata.

A causa delle avverse condizioni meteo
duecento passeggeri sono rimasti bloccati a Francoforte dopo che nella serata di ieri un volo Ryanair diretto a Orio al Serio è stato cancellato. I passeggeri, tra i quali sono presenti anche molti italiani, non sanno quando sarà possibile rientrare. Il servizio di assistenza di Ryanair ha confermato che il volo successivo, quello in programma per stasera alla stessa ora, risulta essere già al completo, salvo una decina di posti che forse si libereranno.
Da monitorare anche la situazione del pericolo valanghe sulle Alpi occidentali
Secondo quanto comunicato dal bollettino Aineva, oggi ci sarà ancora rischio valanghe di grado 4 (forte) sulle Alpi Graie.

Anche i collegamenti tra Sardegna e Corsica sono stati sospesi .
Ingente il lavoro svolto durante la notte dai Vigili del fuoco di Olbia e Sassari a causa dei disagi . Pali ed alberi sono stati divelti dalle raffiche del libeccio che crea anche problemi di navigazione nei collegamenti marittimi.
Ad Arezzo oltre ad un black out durato circa 30 minuti, sono volati comignoli dalle case insieme ai rami di alcuni alberi per il forte vento . Nel comune di Poppi (Arezzo) scoperchiati un paio di tetti di annessi agricoli.
Un’ Italia esposta a gelo, neve e vento, che deve fare i conti con organizzazione e assistenza, ma anche con la prevenzione e la cura che spesso vengono imbiancate dalla neve e spariscono senza lasciare traccia.

 

L'immagine può contenere: una o più persone, neve, auto e spazio all'aperto