COPPA ITALIA: IL MILAN RIFILA 3 SBERLE AL BABY VERONA, E SI GUADAGNA L’INTER AI QUARTI

Di VANNI PUZZOLO

Milan-Verona 3-0, ma non c’è pace, scoppia ancora più feroce la contestazione a Donnarumma.

FISCHI E STRISCIONE CONTRO DONNARUMMA: “VATTENE, LA PAZIENZA È FINITA”

Il portiere in lacrime negli spogliatoi: Bonucci ha provato a rincuorarlo.

Fischi e insulti a San Siro per Gigio Donnarumma prima di Milan-Verona.
“Violenza morale 6 milioni all’anno e l’ingaggio di un fratello parassita? Ora vattene la pazienza è finita!”, ha contestato con uno striscione la Curva rossonera, che assieme allo scarno pubblico ha fischiato il nome del portiere e lo ha insultato durante il riscaldamento, che Donnarumma ha concluso poco prima dei compagni.

La vittoria in scioltezza contro un rimaneggiattissimo Verona che ha evidentemente snobbato l’incontro per preparare al meglio, si spera, la stessa partita a campi invertiti , ma valida per il campionato, non ha dato al Milan la serenità che cercava.
Certo la vittoria facile facile, i tre gol, e la rete inviolata, sono sicuramente motivi di gioia per Gattuso, come il buon rientro di Bilia, nel secondo tempo, l’ennesimo gol di Cutrone, la buona prova di due giocatori importanti come Suso e Bonaventura, la solidità dei due centrali difensivi Bonucci e Romagnoli, ancora in gol, tutte buone notizie, ma la notizia del giorno, della clamorosa richiesta di annullamento del contratto presentata dal legale di Donnarumma, per presunta violenza e costrizione psicologica, non hanno certo portato serenità al club rossonero.

Vedremo il proseguio della vicenda, il club ha minimizzato, ma all’orizzonte, e con la prossima apertura della finestra di mercato di Gennaio, gli scenari potrebbero essere i più disparati.
Ora il Milan, ai quarti affronterà il derby, occasione di rivincita.