CAMBIAMENTI CLIMATICI. LA FRANCIA IN DIFESA DEL PIANETA

DI ACHILLE OCCHETTO

https://www.alganews.it

Al vertice sui cambiamenti climatici, convocato d’urgenza da Macron a Parigi, l’America è presente in forze. Ma è l’altra America, quella che non si sente rappresentata da Donald Trump e dalle sue scelte negazioniste sui cambiamenti climatici. Ci sono governatori, aziende impegnate nella riduzione dei gas serra, sindaci. E ci sono soprattutto – ci racconta Anais Ginori – migliaia di ricercatori che da tutto il mondo hanno risposto all’appello del presidente francese perché facciano della Francia il loro rifugio, il luogo sicuro in cui condurre i propri studi per salvare il pianeta. Tra loro anche un’italiana. Il tempo è poco: e se i segni contano, il gigantesco ingorgo intorno alla capitale francese proprio oggi è la fotografia dell’emergenza.
Leggo questa notizia, e ho assistito sulla TV francese all’evento creato da Macron. Molto bene, anche se il ritardo è impressionante. La sinistra dovrebbe, a partire dalla difesa del pianeta, cambiare priorità e agenda politica. Ma tutte e due le sinistre, quella riformista moderata e quella radicale, se ne occupano solo di sfuggita. Finalmente un tema che noi un tempo ponemmo al centro dell’attenzione incomincia a mobilitare tutti i capi di stato, tranne Trump. È ora che anche le rissose sinistre italiane battano un colpo.