LIBIA: UCCISO IL SINDACO DI MISURATA

DI: MARINA POMANTE

Mohamed Eshtewi, il sindaco della città libica di Misurata (la terza città libica) è stato ucciso domenica sera al rientro da un viaggio di lavoro ad Istanbul, Turchia.
Lo ha reso noto il “Lybia Herald”, Eshtewi era in auto con il fratello e dalle ricostruzioni della dinamica dell’agguato, sarebbe stato attaccato da un commando di almeno due persone che appena fuori dall’aeroporto, avrebbero bloccato l’auto e rapito il sindaco. Il fratello ha riportato ferite nel corso dell’attacco, in particolare è stato colpito alla testa da un proiettile, è giudicato in gravi condizioni e ricoverato in terapia intensiva, ma stabile.
Poco dopo il sequestro, il corpo senza vita di Mohamed Eshtewi è stato rinvenuto fuori dall’ospedale Al-Safwah di Misurata. Sull’uomo sono state evidenziate diverse ferite di arma da fuoco.
I responsabili dell’agguato e dell’esecuzione, non sono stati ancora identificati. Si sospetta la matrice delle milizie islamiste di Misurata, che più volte hanno chiesto le dimissioni di Eshtewi,
accusandolo di dare sostegno al Governo di Unità Nazionale di Base a Tripoli.
Secondo un funzionario locale, il cui nome non è stato reso noto, i responsabili potrebbero essere i sostenitori di Gheddafi o dell’uomo forte della Cirenaica, il generale Khalifa Haftar, oppure l’Isis, il funzionario ha evidenziato che tutti e tre trarrebbero vantaggio dalla sua morte.