RENZI E BERLUSCONI RAPPRESENTANO IL NOSTRO PAESE?

DI MICHELE PIZZOLATO

Il partito della nazione, la casta politica che ha ridotto così il paese.

Renzi (2017): “Un politico si fa giudicare dai cittadini quindi saranno le elezioni a giudicare se qualsiasi politico, non solo Boschi debba tornare in Parlamento”.

Berlusconi (dichiarazioni spontanee a processo SME): “La giustizia è uguale per tutti i cittadini, ma questo cittadino è forse un po’ più uguale degli altri, visto che il 50% degli italiani gli ha conferito la responsabilità di governare il paese”.

Identici concetti. L’essenza del partito della nazione. La politica, il consenso dei cittadini, come lavacro, come porta d’ingresso alla casta di intoccabili; e quindi se la Boschi venisse rieletta diventerebbero indiscutibilmente opportuni i suoi incontri con Vegas, Visco, Ghizzoni, i summit a casa Boschi, su Etruria, la Banca di cui è stato vicepresidente il padre.

A Marzo si vota contro questa politica di casta. Si vota per una politica opposta: proprio perché ha una funzione pubblica – il politico – deve essere esposto sempre al massimo controllo dell’opinione pubblica, delle Commissioni parlamentari, oltre che della giustizia come per ogni cittadino.