NATALE, UNA MAGIA CHE SI RINNOVA A OGNI APPUNTAMENTO

DI CARLA VISTARINI

E ci siamo: Natale è qui. Questo gentile, ingombrante, immancabile e indimenticabile appuntamento con la vita, con noi stessi, con quello che siamo e che vorremmo essere. Il Natale dei desideri, delle sorprese, delle delusioni, delle presenze e delle assenze. Un ricordo gentile, un affetto vero, quella telefonata che non arriva e quella invece che non sai chi è; la confusione colorata e il desiderio di scappare al Polo Nord a goderti la solitudine, lontano dal terremoto dei selfie, dei salmoni e dei panettoni; il pensiero improvviso e tardivo di qualcuno che hai dimenticato negli auguri; i regali che quando li apri non capisci a che servono, e quando lo capisci pensi solo a dove li metterai che non c’è più posto in casa; il traffico, i giri a vuoto; il parcheggio questo sconosciuto; l’idea fissa che il prossimo anno non ci caschi, si fugge in Australia; Natale è quando cominci a capire quelli che vedi a “Chi l’ha visto”; e quando ti rendi conto che ti sei dimenticato di mettere i cartellini ai pacchetti e non sai più di chi è cosa….
Ma poi, tutte le volte, tutti gli anni, a un tratto succede. E’ un momento, e tutta la prospettiva cambia. Ti quieti. Ti ritrovi intorno a un tavolo a mangiare, insieme a quelle facce che conosci così bene, con quella telefonata che finalmente arriva, quelle palline colorate, quei regali sbagliati che fanno tenerezza perché comunque qualcuno ti ha pensato; quell’SMS da un numero mai visto che non sai chi è, ma intanto ti dice “Buon Natale”; quei ricordi di volti gentili che porti nel cuore da tutta una vita; quelle luci, quelle musiche, quelle voci lontane e sempre vicine.
So this is Christmas. E allora Buon Natale, a tutti, amici cari, perché siamo qui, a potercelo dire, tanto, con tanta gioia, ancora e ancora