TRUMP IN CADUTA LIBERA NEI SONDAGGI

DI CARLO PATRIGNANI

Donald Trump piace solo al 37,4% degli americani: il 57% circa ne disapprova nettamente l’operato e con ciò lo colloca, a un anno dalla sua elezione, nella sgradevolissima posizione di essere il presidente meno popolare della storia americana anche se dopo la tax bill intravvede una crescita per l’economia Usa del 4%.

Con le sue sorprendenti performance ora Trump detiene il record dell’indice di gradimento più basso – a un anno dal primo mandato di insediamento alla Casa Bianca – tra tutti i presidenti degli Usa che si sono succeduti dal 1945, quando fu eletto Harry Truman, ad oggi: mediamente, tutti i presidenti Usa, a 367 dalla loro elezione, hanno fatto registrare una crescita in consensi popolari di una decina di punti superiore al 37,4% di Trump. E l’ultimo, Barck Obama, ad esempio, aveva ottenuto a un anno dall’elezione il 50% di consensi popolari che non furono una percentuale stellare ma comunque di dieci e più punti superiore a Trump.

A occuparsi dello stato di salute, non brillante, di Trump, alla vigilia del Midterm Elections, le elezioni di metà mandato del 2018, e’ con due serivizi la rivista Newsweek.

In uno riporta sotto il titolo, Donald Trump’s Approval Rating At Christmas Makes Him the Least Popular President Ever, ossia il presidente meno popolare di sempre, i dati elaborati dal sito web FiveThirtyEight specializzato nell’aggregare e comporre i risultati di diversi sondaggi pubblici.

Nel secondo dal titolo, You All Just Got Lot Richer’ Trump Tells Rich Guest, ossia Trump che dice agli amici ora siete diventati tutti molto più ricchi, racconta del pranzo nella Casa Bianca invernale a Mar-a-Lago tra il presidente Usa e un gruppo di amici dopo l’approvazione della Tax Brill.

Il pollice verso su Trump – racconta la rivista – non è solo di Five ThirtyEight ma trova ulteriori negative conferme dall’istituto Gallup che gli assegna il 36% dei consensi contro il 58% di disapprovazioni, sia dal sondaggio della CNN: solo al 35% ne approva l’operato, che dall’istituto Lucid: l’approvazione per Trump affonda ancora di più, fino al 32%.

E per finire, dulcis in fundo, il pranzo di Natale a Mar-a-Lago con un gruppo di amici: ora siete diventati tutti più ricchi, avrebbe detto loro Trump dopo la Tax Bill, rivela la rivista rifacendosi a quanto raccontato alla Cbs News da una gola profonda presente al pranzo: insomma nonostante le promesse: i ricchi non guadagneranno nulla con questo piano, stiamo cercando la classe media e stiamo cercando il lavoro perchè i lavori sono l’economia, la Tax Brill guarda in altre direzioni. tanto che in un post su Fb, Bernie Sanders non si è lasciato sfuggire l’occasione: At least Trump is finally telling the truth about his tax bill, ossia, almeno Trump sta finalmente dicendo la verità sulla riforma fiscale..