COSTITUZIONE-LA “SIGNORA D’ITALIA” COMPIE 70 ANNI

DI CLAUDIA SABA

La Costituzione ci accompagna da 70 anni.
Roberto Benigni la definì “la più bella del mondo”, salvo poi appoggiarne alcune modifiche nel referendum di qualche mese fa.
Teatro di spettacoli, in cui gli attori non sempre sono stati all’altezza del loro ruolo, la Carta è rimasta pressoché uguale nei suoi contenuti fondamentali. Diversi i tentativi di modificarla, soprattutto negli ultimi anni, a partire da qualche leghista fino alla riforma di Renzi che contava di rompere il bicameralismo perfetto senza riuscire però a raccogliere il sì degli italiani nel referendum del 4 dicembre 2016.
Nonostante i suoi anni e qualche piccola “rinfrescata”, la sostanza è rimasta inalterata nel tempo, dal 1947 fino ai nostri giorni.
La firma fu apposta il 27 dicembre del 1947 da Enrico De Nicola, allora Capo provvisorio dello Stato, dopo 18 mesi di elaborazione. La cerimonia avvenne in una sala di Palazzo Giustiniani ed entrò in vigore il primo gennaio del 1948 con i suoi 139 articoli e 18 disposizioni transitorie e finali.
Protagonisti di quella meravigliosa avventura, furono i leader di grandi partiti, da Alcide De Gasperi a Palmiro Togliatti, da Giuseppe Saragat a Bernardo Mattarella, da Concetto Marchesi a Piero Calamandrei e 21 donne che, per la prima volta nella storia italiana, esattamente il 2 giugno del 1946, esercitarono il diritto al voto. I deputati partecipanti alla scrittura della Costituzione furono in tutto 556.
L’anniversario è celebrato dalla Presidenza del Consiglio attraverso un “Viaggio della Costituzione”, in dodici tappe suddivise per 12 città d’Italia. La prima tappa è già avvenuta l’11 settembre a Milano, simbolo della Resistenza, con una cerimonia dedicata al primo articolo della Costituzione.
”L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione”.
A seguire Catania il 5 ottobre, Reggio Calabria il 23 novembre e il 14 dicembre Bari. Nelle prossime settimane il viaggio proseguirà a Cagliari, Aosta, Roma, Venezia, Firenze, Trieste, Assisi per concludersi, infine, a Reggio Emilia.
In ogni città sarà contemplato uno dei primi dodici articoli con i principi fondamentali della Costituzione. A seguire dialoghi a tema e una mostra itinerante arricchita da grafici, filmati storici, frasi celebri di personaggi chiave e commenti audio ai 12 articoli fondamentali affidati ancora una volta a Roberto Benigni.
Nella biblioteca del Senato ci sarà l’appuntamento dal titolo
”Sempre giovane” che avverrà alla presenza del Presidente Grasso.