SE NE VA MARINA RIPA DI MEANA, L’ICONA DEGLI ANNI 70

DI CLAUDIA SABA

Marina Ripa di Meana se n’è andata.
È stata Dagospia a lanciare subito la notizia della morte di una delle donne più anticonformiste fin dagli anni Sessanta.
Era nata nel 1941 a Reggio Calabria. Donna fuori da ogni schema è riuscita a sconvolgere il palcoscenico dell’aristocrazia italiana e poi i salotti televisivi come nessun altro, con le sue opinioni sempre fuori dalle righe.
Lo dimostra il suo libro autobiografico in cui racconta i suoi 40 anni, dal titolo, appunto, “ I miei primi 40 anni”.
Ha trasformato il ruolo della donna negli anni 80
forgiandola con un nuovo modello di se stessa nella società italiana. Da sempre vicina alle idee del socialismo, impegnata politicamente con i radicali e con i verdi nelle battaglie animaliste.
Aveva quasi predetto agli amici, la sua dipartita “Questo sarà il mio ultimo Natale” che, sottolinea Dago, è stato “felice insieme alla famiglia”
Lottava da molti anni contro il cancro ma ha sempre affrontato tutto con grande forza e serenità.