ALITALIA. VOGLIAMO CONOSCERE LO STATO DELLE TRATTATIVE

DI STEFANO FASSINA

Su Alitalia, chiediamo al Ministro Calenda di venire in Commissione Trasporti a riferire sullo stato delle trattative. Anche oggi, leggiamo e ascoltiamo ipotesi varie: dalla richiesta di Lufthansa di drammatici, insostenibili tagli sia di personale che di flotta, alle voci sull’interesse di Air France-KLM.

Le sorti di un asset così importante per il nostro Paese e per decine di migliaia di lavoratrici e lavoratori non è soltanto affare del Governo. Ricordiamo ancora una volta gli impegni presi dal Ministro Del Rio in Parlamento per garantire l’unitarietà dell’azienda anche attraverso una partecipazione indiretta dello Stato.

Alitalia non può essere svenduta né intera né tanto meno a pezzi. I risultati economici conseguiti dai commissari dimostrano le potenzialità dell’azienda e le gravi responsabilità dei soggetti privati nell’ultimo decennio. Il futuro di Alitalia e dei suoi dipendenti e le prospettive delle attività di manutenzione non sono affare esclusivo del Governo. Il Parlamento deve essere informato e deve potersi esprimere prima che si avvii la conclusione delle trattative.