DON MATTEO 11 UN GRANDE SUCCESSO E LA PIACEVOLE SCOPERTA DEL “CAPITANO” DONNA

DI RENATA BUONAIUTO

Boom di ascolti per la prima puntata di “Don Matteo 11”, la fiction ha raggiunto oltre 8 milioni di telespettatori.
Un successo previsto per quanti da anni seguono Terence Hill, nelle vesti di “prete detective” e Nino Frassica, maresciallo in eterna speranza di carriera. Ma una grande e piacevole scoperta anche la new entry, Maria Chiara Giannetta, la “capitana” che per questa edizione ha sostituito Simone Montedoro, al comando dei Carabinieri di Spoleto.
Maria Chiara nasce a Foggia il 20 maggio del 1992, la sua grande passione per la recitazione la spingono a trasferirsi a Roma, dove studia al Centro Sperimentale di Cinematografia e dove incontra anche l’amore.
Ma studiare non basta, occorre anche trovarsi al posto giusto e al momento giusto. Il mondo dello spettacolo è una giungla fitta di ostacoli e spesso è possibile perdersi. Maria Chiara, è giovane e questa grande città sebbene le offra opportunità di sperimentazione infinite, allo stesso tempo le procura dolorose delusioni.
Inizia un periodo difficile, le giornate trascorrono in attesa di un telefono che squilli ma i tanti provini invece non danno mai esiti positivi. Maria Chiara, si chiude in casa, anche la sua storia d’amore comincia a traballare. Per ricaricare le pile e non finire nel vortice della depressione, la giovane decide di ritornare a Foggia.
Con il conforto dei genitori Maria Chiara, ricomincia a credere, prima in se stessa e poi nell’importanza di continuare a studiare. Passa poco tempo ed iniziano le prime soddisfazioni.
“Che Dio ci aiuti” è solo il primo passo, da lì ci sarà “Un passo dal cielo”, “Baciato dal sole”, “L’Allieva”. Insomma la strada finalmente si apre anche per lei e quest’anno il grande traguardo “Don Matteo 11”, con un ruolo di tutto rispetto.
E’ tornata a vivere a Roma, non c’è più il suo fidanzato ma un’amica Valentina Bellè, protagonista di “Sirene” a dividere con lei l’appartamento, le gioie e le emozioni di questa meravigliosa avventura.
Per entrare nel suo personaggio, Maria Chiara ha seguito per settimane Melissa Sipala, ex comandante della stazione di Frascati, dalla quale ha carpito tutti i trucchi del mestiere. Un ruolo difficile il suo, una sfida ed un confronto che andrà stemperato e sviluppato nel tempo, per il momento il suo esordio è avvenuto con discrezione e garbo lasciando tutti favorevolmente colpiti.
La storia vedrà impegnato il capitano Anna Olivieri, nella risoluzioni di complicati attentati e delitti che affliggeranno la “tranquilla” città di Spoleto e per i quali, l’aiuto di Don Matteo sarà fondamentale anche se non sempre gradito. Ma non mancherà nemmeno l’intreccio sentimentale, Anna infatti dovrà prima vedersela con il fidanzato storico, un avvocato che intende lasciarla per diventar prete e poi con il nuovo p.m. Marco Nardi, interpretato da Maurizio Lastrico , in servizio a Spoleto, che farà di tutto per renderle la vita “piacevolmente” difficile.
Insomma i presupposti e le capacità ci sono tutte perché la “capitana” possa superare quest’impegnativo progetto ed anche il pubblico sembra aver apprezzato le novità.