AHED TAMINI COME ANNA FRANK

DI PAOLO DI MIZIO

Ahed Tamimi, la ragazzina palestinese di 16 anni in galera per aver schiaffeggiato un soldato israeliano, continua ad ossessionare gli israeliani. Adesso il governo, nella persona del ministro della difesa, ha attaccato violentemente un poeta israeliano, Yohonatan Gefel, che si è permesso di scrivere alcuni versi in cui ha paragonato Ahed Tamini ad Anna Frank, simbolo di tutti gli innocenti che soccombono alle dittature.
Al poeta israeliano (ebreo israeliano) sarà vietato di partecipare a trasmissioni della tv e della radio pubblica, mentre tutti i giornali i mass media privati sono “invitati” a censurare le sue poesie e a non concedergli interviste.
Non basta: il ministro della difesa, l’ultranazionalista Avigdor Lieberman, è passato agli insulti personali definendo il settantenne poeta “un ubriacone”. Ecco la sua dichiarazione scritta su Facebook: «Lo Stato di Israele non dove offrire un palcoscenico a un ubriacone che paragona una ragazza che è stata uccisa nell’Olocausto e un’eroina che ha combattuto il regime nazista, ad Ahed Tamimi, la ‘bambolina’ che ha attaccato un soldato».
I versi “incriminati” sono questi:
«Ahed Tamimi
Con i capelli rossi
Come Davide che ha schiaffeggiato Golia
Sarai menzionata nella stessa riga
Come Giovanna d’Arco,
Hannah Szenes e
Anne Frank».