AL REGIME DI ERDOGAN L’ITALIA VENDE ARMI PER MASSACRARE I CURDI

DI ANNALISA PANNARALE

Il dittatore Erdogan in Italia. Accolto dalle più alte cariche dello Stato, ha anche ottenuto di non incontrare la stampa. Si sa, Erdogan non solo odia il dissenso e la libertà di stampa, ma quando i giornalisti sono troppo scomodi li imprigiona.

Ce ne sono a migliaia, rinchiusi nelle carceri turche: giornalisti, intellettuali, docenti, magistrati, deputati, medici, giudici, oppositori politici.

A questo regime che viola ogni giorno i diritti umani e il diritto internazionale abbiamo offerto milioni di euro per gestire i flussi migratori trattenendo i migranti.

A questo regime sanguinario l’Italia vende armamenti utilizzati per il massacro delle comunità curde. Ieri non ho sentito parole di condanna da parte dei presidenti Mattarella e Gentiloni. Ieri l’Italia ha ribadito la sua vile complicità.