BERLUSCONI? SEMPRE AL FIANCO DEI FASCISTI

DI ENRICO ROSSI

Berlusconi acchiappavoti è coerente: sempre con i fascisti.
Con Fini ha fatto la Bossi Fini che ha creato il reato di immigrazione che ha prodotto nel Paese un esercito di 600mila clandestini, irregolari.
Ora con Salvini e Meloni promette l’espulsione e il rimpatrio di tutti, un programma di deportazione di massa di esseri umani, gran parte dei quali vivono e lavorano da anni nel nostro Paese senza potersi mettersi in regola a causa della Bossi Fini.
Insomma, Berlusconi prima crea, con i fascisti, il problema, poi sempre con gli stessi si propone di risolverlo con metodi razzisti.
L’unica proposta seria per affrontare il problema di 600mila immigrati irregolari a causa della legge Bossi Fini è quella presentata da Emma Bonino di cui io sono tra i primi sostenitori.
Essa prevede un percorso di regolarizzazione attraverso il lavoro, iscrivendosi ai centri per l’impiego e ottenendo un permesso di sei mesi per la ricerca di un lavoro, o dimostrando che si ha già un lavoro.
Questo percorso consentirebbe in pochi mesi di risolvere gran parte del problema senza bisogno di sanatorie, toglierebbe dall’invisibilità centinaia di migliaia di immigrati ora irregolari, aumenterebbe le entrate dell’erario con le tasse pagate da chi ora evade.

Risultati immagini per MIGRANTI, BERLUSCONI SALVINI E NEOFASCISMO