QUANDO IL COLOSSEO ERA UNA CHIESA. UNA STRAORDINARIA FOTO DELL’OTTOCENTO

DI  FABRIZIO FALCONI
In rarissime foto d’epoca, il Colosseo, il monumento di Roma più  celebrato, appare davvero in una veste insolita. 
Si tratta di scatti compiuti prima del 1874, quando il comune di Roma dispose la rimozione della Croce al centro dell’arena (ricoperta di terra chiara) e delle dodici edicole marmoree della Via Crucis disposte in tondo.
L’arena dei Gladiatori era dunque divenuta anch’essa un tempio cristiano, una chiesa ? Sì, e lo era da più di un secolo. 
Era stato infatti Papa Benedetto XIV, nel 1749, a disporre la Croce e le edicole, in memoria dei martiri cristiani trucidati nell’Arena eretta dall’imperatore Flavio Vespasiano. 
Bisogna ricordare che all’epoca l’enorme monumento non era protetto da alcuna cancellata e i viaggiatori del Grand Tour, ma anche i romani potevano accedervi sia di giorno che di notte.
Perlopiù, intorno al Colosseo c’erano campi aperti, colmi di rovine, che ospitavano greggi e bestiame di passaggio.
Questa foto fu realizzata nell’arena deserta, in pieno giorno, presumibilmente nel 1871, quando i giardinieri del comune avevano ripulito il Colosseo dalle erbacce, dai cespugli e dagli arbusti cresciuti selvaggiamente tra le antiche mura. 
Tre anni dopo, la croce e le edicole sarebbero state per sempre rimosse. E sarebbe finito il periodo della trasformazione dell’Arena in tempio cristiano: una delle tante fasi vissute da questo nobile monumento che ha attraversato i secoli come un’Arca del Tempo.