META-MORO NON E’ UN MATAMORO

DI RAFFAELE VESCERA


Meta-Moro, non è un matamoro, un ammazzamori, mata Sanremo con una canzone di pace e umanità. Meta-Moro va oltre il moro ed è per metà Moro e per metà Meta, bambino albanese arrivato a Bari senza padre, immigrato di talento e terrone di adozione. Così è il mondo, quello di pace e di fraternità da loro cantato e da noi sperato, senza guerre, senza bombe e senza razzismo. Non ci avete fatto niente, cantano rivolti ai guerrafondai, non ci avete tolto niente e non avete avuto niente, con il sorriso di un bambino riparte il mondo. A noi i Meta-Moro hanno dato molto. C’è un mondo che vale ancora la pena di vivere.