CHE SCANDALO QUESTI CINQUE STELLE CHE IMBOSCANO UN MILIONE DI EURO

DI CLAUDIA SABA

Si grida allo scandalo da giorni.
Da quando si è scoperto che il M5S invece di restituire 24 milioni ne avrebbe restituiti “soltanto” 23.
Siamo tra i paesi più corrotti d’Europa con processi di mafia anche tra le istituzioni, con condannati in via definitiva seduti in parlamento, appalti truccati, comuni sciolti per infiltrazioni mafiose e lo scandalo, tutto italiano, sarebbe invece quel milione di euro non ancora restituito dai cinque stelle!
Si è vero, uno scandalo esiste ma riguarda la nostra capacità di giudizio fatto in mala fede, riguarda la nostra mancanza di onestà intellettuale.
Riguarda un certo numero di eletti che fanno le pulci in casa d’altri evitando di guardare nella loro.
Come la pagliuzza nell’occhio altrui dimenticando la trave
nei propri occhi, ormai accecati.
È uno scandalo, vero!
Perché un problema di gestione interna, così come le coalizioni di destra o sinistra regolamentate da un modus operandi interno, non può diventare un problema di tutti!
Si, gridiamo allo scandalo perché per la prima volta qualcuno “restituisce” anziché togliere e non è mica giusto che poi manchi un milione!
Non è giusto per niente!
Ed è uno scandalo sapere oggi che chi ha sbagliato e non ha restituito, sarà persino espulso dal movimento. Si, anche questo è un vero e proprio scandalo se pensiamo a tutti i senatori indagati per corruzione, per abuso di potere, per tangenti e mazzette tutti ben seduti ancora al loro posto.
È un vero scandalo che quattro ragazzi sprovveduti abbiano avuto questa strampalata idea di restituire stipendi, di far mancare un milione all’appello e di punire persino chi ha sbagliato!
E magari lo scandalo più grande deve ancora arrivare.
Chissà forse il 4 marzo qualcuno se ne andrà davvero dall’Italia così come ha promesso.
Ma come se ne andrà, da latitante?