L’UNIVERSITA’ PERDE PEZZI: CERCASI PROFESSORI E RICERCATORI

DI CHIARA FARIGU

Altro triste primato: negli ultimi sette anni l’Università conta circa cinquemila professori e ricercatori in meno. Sarebbero gli effetti di un turnover che negli anni passati ha bloccato il naturale reclutamento negli atenei e che adesso presenta il conto. A salire di un 6,4% sono invece i titolari di assegni di ricerca con contratto rinnovabili sino a quattro anni.

Aumentano pertanto i precari mentre diminuiscono paurosamente associati e ordinari.

A renderlo noto lo stesso Miur nel Focus sul personale docente e tecnico-amministrativo nel sistema universitario italiano, fresco di pubblicazione, relativo all’anno accademico 2016-2017.

I dati inoltre evidenziano il gap di genere nettamente a sfavore di quello femminile. Presente per oltre il 50% nel personale tecnico-amministrativo, al di sotto del 40% nelle fila dei prof e dei ricercatori, scarsamente rappresentato ai posti di comando. In virtù di un perverso meccanismo difficile da comprendere, e che il rapporto chiama “segregazione verticale”, la loro presenza diminuisce al progredire della carriera. Caratteristica, questa, secondo il Miur, comune anche negli altri Paesi europei e non solo italiana.

Questa dei ricercatori è una spina nel fianco del Belpaese, oltre il 70%, non trovando opportunità lavorative all’interno dei confini è costretto a espatriare. Poche le risorse stanziate, pochi pochissimi i posti disponibili. Accolti a braccia aperte nel Regno Unito, in Francia, Olanda, Svizzera, Spagna e persino in Israele, diventano in poco tempo titolari di borse di studio e di riconoscimenti prestigiosi. Il presidente del Consiglio europeo della ricerca, il matematico Jean-Pierre Bourguignon, recentemente ha detto: “I ricercatori italiani sono tra i migliori, ma l’ambiente universitario italiano è poco favorevole in termini di stipendio e carriera“.
Tutto ciò la dice lunga sulla miopia politica messa in atto dai governi nostrani

L'immagine può contenere: una o più persone, cappello e folla