POTERE AL POPOLO. DA MACERATA A ROMA, IMPERATIVO: ESSERCI

DI CLAUDIA BALDINI

So che sono una rompiscatole, ma potere al popolo dovrebbe dare adesione anche alla manifestazione di domani.
So bene che tanti non possono permettersi due trasferte nello stesso mese, ma una delegazione si può fare.

Non comportiamoci come quelli che abbiamo criticato a Macerata. Cosa significa libertà di coscienza.? Oh, ma quella è sempre sottintesa. La coscienza è antifascista innanzitutto. E con uno striscione di pap nessuno può confonderci con la campagna elettorale di altri. Hanno sbagliato quelli a non venire a Macerata. Era lì la risposta che contava.
Ma sbaglieremmo anche noi a metterci al loro livello. C’è una iniziativa antifascista? Il partito aderisce. Punto. Non chi vuole ci va. Quello è sempre vero. Prc e PCI ci sono. Pap non può comportarsi come hanno fatto coloro che stanno al gioco del potere.

La grandezza di una sinistra si vede anche dal mettere da parte i torti subiti per dare una forte e unita risposta anche a chi ha rimesso in gioco liste chiaramente fasciste e poi è andato a Stazzema.

Anche quelli dobbiamo battere. Esserci per contare, sempre. Contro il fascismo anche del potere.

Da Macerata a Roma, esserci. Sono abituata a dire chiaro quello che penso, non ho mai il problema di dovermi adeguare ad una linea. Che capisco, ma non condivido in questo caso.

L'immagine può contenere: una o più persone, folla e spazio all'aperto