CHE NOTTE, LA SCORSA NOTTE !

DI GIANFRANCO MICALI

Che notte, la scorsa notte ! Più sorprese dalle urne italiane che dalle premiazioni Oscar. I risultati elettorali sono arrivati in tv più puntuali di sempre, e gli exit poll avevano delineato subito la situazione, poi precisata con le proiezioni e i dati reali. Ancora una volta si è confermata la regola che chi crede di ritagliarsi un riforma elettorale su misura, ne diviene la prima vittima.
Il Rosatellum l’avevano fortemente voluto Renzi e Berlusconi nella speranza di annullare l’effetto Cinque stelle. Ai due si erapoi accodato anche Salvini, a cui il voto di ieri ha invece sorriso.
I veri sconfitti comunque sono i tg più importanti ( di Rai e Mediaset) e la grande stampa che per mesi hanno fortemente e inutilmente sparato a palle incatenate contro Di Maio & C.
Dopo quest’altra giornata di chiare risposte nelle urne dobbiamo almeno augurarci:
1) Che tanti giornalisti ricomincino a fornire seriamente le notizie invece di fungere da tifosi e portavoce.
2) Che si torni finalmente a parlare di valide soluzioni per il Paese.
3) Che , nonostante la sconfitta di Liberi e uguali, si cerchi di diminuire l’enorme disuguaglianza tra ricchi e poveri.
4) Che si capisca quanto il vero tema popolare, e non populista, sia combattere
la corruzione, il diffuso egoismo, e l’incancrenita disonestà .Proprio come continua invano a predicare Papa Francesco.
Infine: da domani, e durante le consultazioni si discuterà di poltrone o di futuro?
Ho i miei seri dubbi che questa lezione sia servita in qualche modo. Passata la buriana, gabbato lo santo.