OGGI SERVONO IDEE, PROGETTI E SOGNI PER CHI SOGNI NON NE HA PIU’

DI SANDRO RUOTOLO

Una volta, quando parlava un dirigente di partito, di un qualsiasi partito, lo stavi a sentire perché argomentava il suo pensiero, ti faceva riflettere, aggiungeva elementi che ti facevano discutere. Oggi, e soprattutto sui social, ex parlamentari, militanti, “intellettuali”, di genere maschile e femminile, nei loro commenti li riconosci dal resto della platea solo perché sai chi sono (o sono stati). Senza offesa, naturalmente, esprimono rabbia e rancore se son risultati perdenti al pari di chi non ha mai avuto voce in capitolo se non nell’anonimato di internet. E se questi sentimenti sono legittimi per coloro che non avendo voce si esprimono sui social, leggere i vaffa da parte di ex parlamentari ti lasciano sgomenti. C’è bisogno più che mai di progetti, idee, di far sognare chi sogni non ne ha più. Io non cerco l’uomo nuovo, cerco di ritrovare una comunità che abbia la mia stessa voglia di cambiare il presente, con i miei valori, mettendo al centro gli altri e non le proprie carriere. P.s. Nessun degli elettori e degli eletti del Pd si scandalizzò per il patto del Nazareno. O sbaglio?