IL SUD HA VOTATO IN MASSA IL REDDITO DI CITTADINANZA

DI GERARDO D’AMICO

Sulla Stampa di oggi un bel reportage dal Sud che ha votato in massa per i 5S, lasciando a casa molti signori delle tessere ed in proporzioni troppo ampie da poter pensare ad una regia della criminalità.

Il Sud ha votato compatto per loro per il reddito di cittadinanza, 800 euro ai single, più di mille alle coppie eccetera. Al mese, finché non si trova un lavoro.

Specularmente, al Nord hanno votato compatti Lega per la storia dell’invasione: e più che per il razzismo o la paura di violenze, è la convinzione che gli immigrati tolgano posti di lavoro e risorse agli italiani ad aver fatto breccia.
Ma anche per loro il tornaconto personale è stata la motivazione principale: la promessa di tasse al 15%.

A mente fredda, dobbiamo guardare questi “egoismi” col filtro della realtà: bufala o meno, ma chi avrebbe dovuto votare la signora di Benevento col marito a cottimo ed il figlio per strada dopo la laurea? O l’impiegato a mille ore al mese per 500 euro? E a Brescia, chi doveva sostenere il commerciante o l’avvocato o la “classe media” che o sceglie di eludere/evadere le tasse o deve consegnare più della metà del reddito a stato, comune, provincia, regione, Inps, Asl e quant’altro?

Ho avuto modo di riflettere molte volte, su questa situazione: che non è solo colpa della politica, che non l’ha saputa guidare.
Quando una multinazionale non paga che spiccioli di tasse ed è tutto legale nel nostro Paese, ma con la sua presenza innesca la chiusura di decine di migliaia di esercizi commerciali, provoca un terremoto non solo economico, ma sociale.

Quando l’imprenditore può pagare una miseria il lavoro dipendente, perché è intercambiabile per mansioni, offerta di mercato ( disoccupazione) e minaccia di delocalizzazione, non solo mette in moto una distorsione di mercato, perché fa concorrenza al suo competitore che paga di più, ha contratti a tempo indeterminato, si fa più scrupoli, ma anche qui: provoca un terremoto sociale.

Quel lavoro che impegna la giornata restituisce indigenza o sussistenza.

Ovvio, c’è la globalizzazione, il meccanismo è planetario: ma questa non è una scusante, anzi.

E se i governi occidentali non se ne renderanno conto, faranno la stessa fine ( politica) dell’Italia.