UN PAESE SERIO PROMUOVEREBBE UN GOVERNO LEGA-M5S

DI SERGIO DI CORI

Siamo immersi fino al collo nella cultura dell’odio permanente; fino al 4 marzo erano in molti ad accorgersene, trovando questo comportamento – i più ottimisti- una caratteristica di ogni campagna elettorale. Dal 5 marzo l’ondata di odio permanente è proseguita inesorabile, tingendosi di totale surrealismo: i due indiscussi vincitori delle elezioni, entrambi impossibilitati (per loro scelta) ad assumersi le loro responsabilità, accusano il PD -che ha perso in maniera indiscutibile- di non essere responsabile perchè non corre in loro aiuto.
Il che, non ha alcun senso logico.
Un paese serio promuoverebbe un governo M5s/.Lega.

In tal modo si potrebbe avere:
a) reddito di cittadinanza,
b) cancellazione della Legge Fornero;
c) immediato rimpatrio di 600.000 stranieri;
d) cancellazione immediata dei contratti internazionali militari sottoscritti dall’Italia;
e) flat tax al 23%;
f) cancellazione in 30 giorni di 600 leggi dal codice penale;
g) condono edlizio nazionale promuovendo il concetto di “occupazione abusiva per necessità”.

I punti a) d) f) g) sono stati la piattaforma strutturale della campagna elettorale di M5s.
I punti b) c) e) g) sono stati quelli della Lega.
Questo significa che, sulla base del risultato elettorale, questo è ciò che il popolo vuole.
Quindi, vediamo che cosa succede promuovendo questi 7 punti.
Magari hanno ragione loro e l’Italia rifiorisce.
Chi lo sa.