STROZZATO DALL’USURA, IMPRENDITORE AGRICOLO “RINASCE” MANAGER TEATRALE

DI FRANCESCA CAPIZZI

https://www.alganews.it

Un’attività teatrale finanziata con i fondi anti usura. Si chiama “Parsifal produzione spettacoli” e la prima pièce è andata in scena giovedì 8 marzo a Campobello di Mazara. Dietro le quinte c’è Pietro Indelicato è un imprenditore di Mazara del Vallo, nel Trapanese. È lui la vittima di usura che oggi ha deciso di destinare l’aiuto ricevuto dallo Stato al teatro, trasformando in lavoro quello che prima era solo un hobby.

La storia

Tutto è cominciato nel 2003 quando inspiegabilmente nella sua azienda di prodotti agricoli cominciano a verificarsi una serie di incendi e furti, tutti denunciati. Nel 2009 il suo socio decide di togliersi la vita con un colpo di fucile alla testa. Dopo due mesi dalla tragedia, Indelicato viene avvicinato da un usuraio di Campobello di Mazara, cede alle sue richieste e inizia a pagare anche lui. Ma poi la ditta fallisce. Indelicato decide di dedicarsi al teatro con una piecè teatrale scritta da Francesca Incandela dal titolo “Donne di mafia…donna contro la mafia”. Ma c’è chi non gradisce, e gli fa recapitare una lettera intimidatoria nella sua casa al mare: «Non occuparti di queste cose». Ma lui non li ha ascoltati. Non ha ceduto alle minacce contenute in una lettera trovata due anni fa nella sua casa al mare. Anzi, ha denunciato. Ed è partita un’inchiesta, e poi il processo (ancora in corso), dove grazie alla sua denuncia altre 24 persone hanno trovato il coraggio di parlare e di raccontare la loro disavventura. con gli usurai.

Lo spettacolo

Lo scorso dicembre lo Stato lo ha dichiarato “Vittima di Usura” e gli ha offerto una somma di 25.349,72 euro per ricominciare. E lui ha deciso di ripartire proprio dal teatro. “ Voglio far rivivere – racconta Piero Indelicato – storie vere e crude, dai femminicidi, alla mafia, alle violenze, ai soprusi di ogni genere. Voglio che chi è vittima trovi il coraggio di denunciare. Il teatro mi ha fatto rinascere, è al mia seconda vita e nessuno potrà intimidirmi”. Il debutto nel giorno della Festa della donna, a Campobello di Mazara presso l’anfiteatro della città, con “Giacominazza” di Luana Rondinelli.

http://corrieredelmezzogiorno.corriere.it/palermo/cronaca/18_marzo_08/strozzato-dall-usura-imprenditore-agricolo-rinasce-impresario-teatrale-55911584-22e6-11e8-a218-a3e0ddb9688a.shtml