SKY E MEDIASET SIGLANO LA PAX TELEVISIVA

DI CHIARA FARIGU

Lo hanno definito “accordo storico” quello stipulato tra Sky Italia e Mediaset da i due patron Pier Silvio Berlusconi e Andrea Zappia. Un accordo commerciale che pone fine alla dura competizione intercorsa negli anni scorsi tra le due pay-tv e che prevede uno scambio di canali e pacchetti, compresi anche gli eventi sportivi, in attesa che si definiscano i diritti sulla serie A. Tutto a vantaggio degli abbonati e senza ulteriori costi aggiuntivi sulle offerte stipulate. Con l’intesa raggiunta, Sky sbarca nel digitale terrestre e potrà fruire, con il sistema “on demand” di 5 canali di cinema e 4 di serie tv finora di esclusivo appannaggio solo di Mediaset.

Nello specifico, gli abbonati Sky, entro l’estate, troveranno in aggiunta al loro abbonamento stipulato l’intera offerta di canali Cinema e Serie Tv di Premium, tutti in HD. Senza, è bene ripeterlo, senza alcun costo aggiuntivo. Praticamente è come avere due abbonamenti al prezzo di uno, spiegano i ex nemici. Per i nuovi clienti, a partire da giugno, è prevista un’offerta di lancio pensata apposta per il digitale terrestre. Finita l’era della spietata concorrenza sta per iniziare quella della cooperazione con notevoli benefici per le due società, entrambe in grande difficoltà di ascolti, ovvero di abbonati. Un primo passo verso un’unica emittente a pagamento in Italia

L'immagine può contenere: 2 persone, vestito elegante