STEFANO CRIALESI, UNA STORIA ITALIANA DI SUCCESSO IN CUCINA

DI ANTONIO AGOSTA

https://www.alganews.it

Stefano è uno Chef itinerante, arrivato da Ladispoli in cerca di gloria per coltivare la sua passione in cucina e per i viaggi. Classe 1976, capricorno ascendente pesci. Da giovane studia al Liceo Artistico di via Ripetta per poi specializzarsi all’Accademia Altieri di Roma. Immagina un futuro lavorativo nella realizzazione di gioielli e capi d’alta moda. Ottiene una borsa di studio dalla Camera della Moda Italiana e frequenta l’European Fashion School di Milano. Dentro sé la passione per la cucina, trasmessa dalle due meravigliose nonne, Anna e Pierina. Da piccolo amava osservarle ai fornelli occupate tra pentole e padelle. Lui è Stefano, lo chef che fa sorridere il cliente.I suoi colleghi e gli amici lo chiamano lo chef chanteur ( dal francese cantante), perché cucina cantando, da Marcella Bella al Barbiere di Siviglia.

Un giorno conosce Solange, il sensitivo della Tv italiana, gli legge la mano preconizzando che avrebbe cambiato lavoro e sarebbe diventato famoso. “A dire il vero, nemmeno prevedevo di fare il cuoco se il destino non si fosse dato da fare”. Un incidente accorso al cugino, proprietario di un ristorante romano, operò il cambiamento: Stefano lo sostituì in cucina per tre mesi. Poi l’incarico di chef presso l’Istituto delle suore di Nevers, una casa-albergo nota nella capitale. Nel 2006 s’iscrive all’ALMA, la Scuola Internazionale di Cucina di Gualtiero Marchesi, una tra le scuole più prestigiose nel mondo. Si trova nella Reggia di Colorno, chiamata la piccola Versailles. “Ogni settimana c’era uno chef stellato delle varie cucine regionali italiane. “Ho imparato moltissimo, acquisito competenze e conoscenze che ho poi perfezionato nello stage del ristorante Lanterna Verde a Villa Chiavenna, al confine con la Svizzera. Stefano, dopo quell’avventura capisce quale sarà la sua vera professione. Nel 2006 s’iscrive all’ALMA, la Scuola Internazionale di Cucina di Gualtiero Marchesi, una tra le scuole più prestigiose nel mondo. Si trova nella Reggia di Colorno, chiamata la piccola Versailles”.

Stefano Crialese ha acquisito quelle esperienze lavorative che lo porteranno a lavorare alle Hawii, all’hotel JW Marriott Ihilani Ko Olina, l’unico hotel che ospita la suite presidenziale nelle visite del Presidente Obama, come Executive Chef del ristorante italiano dell’hotel, a insegnare cucina fusion, rivisitazione della cucina italiana tradizionale con elementi di quella hawaiana.

Il suo piatto forte è la torta di mele chiamata “Del Presidente”, perché amata da Silvio Berlusconi e da molti personaggi del mondo dello spettacolo.

Stefano ha anche altre passioni oltre alla cucina, come quella per il cinema e il teatro, grazie all’amica Eleonora Vanni, Attrice. Con Eleonora condivide parte della sua vita e delle sue passioni, in primis la cucina e l’organizzazione di Eventi.

Cosa riserva il futuro allo chef Stefano? Il lavoro presso una località caraibica e un progetto televisivo.