TERRACINA, PRESUNTA VIOLENZA SESSUALE SU UN BAMBINO DI 9 ANNI

DI CLAUDIA SABA

Una tranquilla gita nel giorno di Pasquetta si è trasformata in un incubo per due bambini e i loro genitori.
La richiesta d’intervento, pervenuta con una chiamata al 113, segnalava infatti, una comitiva di persone che, all’interno di un residence a Terracina, era alla ricerca di due bambini di 3 e 9 anni, scomparsi intorno all’ora di pranzo.
Il timore, poi risultato infondato, era che i due bambini potessero aver superato la recinzione del residence per allontanarsi a bordo delle loro biciclette.
Le operazioni di ricerca, scattate immediatamente, hanno permesso di individuare quasi subito i due bambini, avvistati nei pressi di un cespuglio, in compagnia di un uomo sconosciuto.
Le indagini hanno prodotto validi elementi a carico di quest’ultimo. Alcuni testimoni, interrogati dagli investigatori, hanno fornito importanti dettagli che hanno permesso di ricostruire i fatti.
Grazie a loro gli inquirenti sono venuti a conoscenza che l’uomo si era introdotto furtivamente all’interno del residence privato, aveva attirato a sé i due bambini e convinti a seguirlo, dietro una siepe.
Al riparo da occhi indiscreti, si era poi denudato e afferrato il bambino di 9 anni, presumibilmente, per abusarlo.
Le due unità del Commissariato di Terracina, coadiuvate nelle operazioni dal personale della Polizia scientifica e della Squadra Anticrimine, hanno però intercettato l’uomo che, vistosi scoperto, ha cercato di allontanarsi velocemente. Raggiunto dalle Forze dell’Ordine, è stato fermato e incriminato per il reato di violenza sessuale con l’aggravante di avere agito su minori di 10 anni.
L’uomo, in passato, aveva già avuto problemi con la giustizia ma per reati di minore entità.
Su disposizione del Sostituto Procuratore della Repubblica di Latina, Marco Giancristofaro, è stato tratto in arresto e accompagnato presso la Casa Circondariale di Latina a disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente.