BRAVI, PROPRIO BRAVI ! HANNO BOMBARDATO E L’ITALIA PER FORTUNA NE E’ RIMASTA FUORI

DI MASSIMO WERTMULLER

Bravi!Proprio bravi!Hanno bombardato.Ora,siccome le prove delle armi chimiche,non stessero lì a raccontare altro, non sono così chiare e lampanti,e siccome invece ,oggi lo sappiamo,in passato ci sono state prove costruite a tavolino per darsi un “casus belli” e poter così attaccare per via “lecita”,questa scelta delle armi è,come è sempre stato,il modo più sbagliato per risolvere la crisi in Siria.Ma non ci volevo certo io per capirlo.E ora, come allora in Iraq,si costruiscono anche altre giustificazioni,altre ragioni d’essere, per altri terrorismi a venire.Per smetterla con le bombe gettate su quelle povere piccole creature innocenti,non serviva buttare altre bombe,ma sedersi al tavolo della diplomazia,che resta,come sempre, l’unica efficace,non violenta,arma di risoluzione dei problemi internazionali.Ma ci voleva la vera e sincera volontà di risolvere. E invece,come sempre è successo nella Storia,l’interesse economico prevale.Maledetto il giorno in cui l’uomo ha costruito il capitalismo che ha messo il denaro al centro dell’esistenza.Torno a citare gli indiani d’America che dicevano”quando l’uomo avrà distrutto tutto per i suoi interessi,cosa si mangerà,i soldi?”.La Siria è un importante sbocco al mare,soprattutto per il mercato del petrolio.E oggi,nella paura di quello che succederà,nella paura delle conseguenze che potrebbero essere devastanti in tempi di nucleare,l’unica speranza a cui aggrapparsi,secondo me,è che questo errore madornale possa avere delle conseguenze anche positive.Due,soprattutto.La prima,quella per cui, spaventati tutti dalle già citate conseguenze,si siedano ORA ad un tavolo di trattative.La seconda,quella di sperare che continui ciò che si è sentito per bocca di Gentiloni.E cioè che l’Italia non vuole partecipare a questa guerra,considerando appunto la diplomazia l’unica via di approccio ai problemi. Ma mentre sulla prima opzione non ci possono essere molte speranze,soprattutto a causa dei protagonisti in campo,Trump o Macron,oppure l’incredibile discorso della premier May davanti al parlamento inglese, non incoraggiano molto,per la seconda aver preso atto di questa posizione dell’Italia,ma soprattutto aver visto compattato tutto il panorama politico italiano su questa decisione, aver sentito poco fa La Russa dare in sostanza dei guerrafondai dal grilletto facile agli americani di oggi, fa un certo sorpreso e orgoglioso effetto. Vuoi vedere che di fronte a questa calamità,e per quello che penso io,in politica estera per la prima volta dallo schiaffo di Sigonella, l’Italia mostra di essere un grande paese?

Risultati immagini per BRAVI, PROPRIO BRAVI ! HANNO BOMBARDATO E L'ITALIA PER FORTUNA NE E' RIMASTA FUORI