LIBRI. CLARA SANCHEZ, L’AMANTE SILENZIOSO

DI ELENA PINTORE

L’ultima fatica della scrittrice spagnola, premia il pubblico italiano destinando l’uscita in anteprima nelle librerie italiane.
Il libro si intitola “L’amante silenzioso” è pubblicato dalla Garzanti il 9 marzo e alla sua uscita è seguito un tour promozionale lungo tutta la penisola in cui Clara Sanchez ha potuto presentare Isabel ed Ezequiel ai suoi lettori.
Il romanzo è ambientato in Africa, nella sua parte incontaminata, là dove la vegetazione è più rigogliosa e la popolazione non è stata ancora occidentalizzata. O almeno, non del tutto.
Isabel ufficialmente è una fotografa spagnola in visita in Kenya per immortalare con la sua macchina fotografica la donna africana e collocarla sull’atlante del mondo.
Ufficiosamente invece è una ragazza qualunque che lotta con i suoi demoni interiori per la perdita tragica e improvvisa di suo fratello.
Viene assoldata da due genitori in pena per la scomparsa dell’unico figlio, Ezequiel.
La cifra offerta a Isabel dalla ricca coppia per riportare a casa il ragazzo, unita al suo senso di colpa per non aver impedito la morte del fratello la convincono ad accettare l’incarico.
La missione a cui ha deciso di fare parte è tutt’altro che facile, perché il ragazzo è maggiorenne e si è volutamente allontanato dalla gabbia dorata in cui ha sempre vissuto, la classica fuga da casa di un rampollo viziato.
Ezequiel reduce da una cocente delusione d’amore ha deciso di ritrovare il vero senso della vita e per farlo si è unito ad una setta umanitaria in Africa, l’Orden Humanitaria guidata dal capo spirituale Maìna.
Isabel dovrà avvicinarsi e cercare di costruire un rapporto di fiducia con il ragazzo per poterlo svegliare dal torpore in cui è arenato il suo libero arbitrio e convincerlo a ritornare a casa.
Integrarsi all’interno della missione umanitaria potrebbe essere la strategia vincente per raggiungere lo scopo ma ingannare gli adepti della setta e il suo santone potrebbe essere pericoloso sopratutto per la sua incolumità mentale.
Maìna è un uomo carismatico e molto intelligente. Con i suoi metodi persuasivi è riuscito a plagiare il volere dei suoi adepti, insegnando loro una strada alternativa per la conoscenza del loro io.
Eliminando qualsiasi rapporto affettivo con la vita precedente, il capo dell’Orden riesce ad isolare e sottomettere il volere dei malcapitati, che al contrario trovano in lui una guida forte e illuminata che indica loro il percorso da intraprendere per la rinascita interiore.
Dipendenze fisiche e debolezze psicologiche sono all’origine delle fragilità dei protagonisti.
I racconti di Isabel e di Esequiel si alternano all’interno del romanzo, evidenziando quali leve psicologiche offuscano il pensiero e il ragionamento dell’uno e dell’altra.
“Non mi ero mai fidata così tanto di qualcuno. Perché? Per istinto, perché sapevo di poterlo fare. Esistono cose su cui non ci sono dubbi: l’amore, la morte e la fiducia.”
Finzione e realtà sono gli elementi che caratterizzano il libro, in cui nessuno è totalmente sincero e quasi tutti hanno qualcosa da nascondere.
Di fronte a questo Isabel lotterà per non perdere la sua lucidità e cercare di capire chi dice il vero e chi invece mente.
La forza della ragazza risiederà nel desiderio di riscatto per la morte del fratello, affinché almeno per Esequiel nulla venga lasciato come intentato ma altrettanto grande sarà lo stupore di fronte ad una realtà inaspettata a cui nessuno dei protagonisti aveva pensato.
“Ho bisogno del mio tempo. Nessuno è nato al posto mio e nessuno morirà per me. Ho bisogno d’imparare a sentire la mia vita, e quando arriverà il momento lo saprò. Lo sapremo tutti.”

BIBLIOGRAFIA
Clara Sanchez , scrittrice spagnola vincitrice del premio Alfaguara con La meraviglia degli anni imperfetti, il premio Nadal con Il profumo delle foglie di limone e il premio Planeta con Le cose che sai di me.
Autrice dei libri La voce invisibile del vento, Le mille luci del mattino, Entra nella mia vita, La forza imprevedibile delle parole e il seguito del Profumo, Lo stupore di una notte di luce.