LEU SI SVEGLI. SUBITO

DI STEFANO FASSINA

LeU convochi la sua Assemblea Nazionale. Basta silenzi e inerzia. Dopo il 4 Marzo e dopo le elezioni in Molise, ieri il Fvg ha consegnato un ulteriore conferma del passaggio di fase nel quale siamo in Italia, nel resto della UE, negli Stati Uniti. Il risultato del centro destra e, in particolare, della Lega è impressionante, come evidente il fallimento del Pd e del cosiddetto centrosinistra e la marginalità del M5S che paga due mesi di giochi di Palazzo. In questo quadro, LeU deve subito avere la sede politica adeguata per una discussione partecipata e organizzata all’altezza dei problemi di fronte a noi. In tanti territori c’è vitalità e determinazione a andare avanti. Va convocata al più presto l’Assemblea Nazionale di LeU per fine maggio, come deciso nella riunione dei gruppi dirigenti di LeU a metà aprile. Un’assemblea aperta, inclusiva, per dare avvio a una discussione sui territori intorno a nodi politici e programmatici fondamentali. Lo dobbiamo a oltre un milione di elettori e a migliaia di uomini e donne impegnate con noi in campagna elettorale. Noi gruppo parlamentare di LeU e gruppi dirigenti nazionali di Sinistra Italiana, Mdp, Possibile, abbiamo una responsabilità morale e politica ineludibile.